ALEN BOTTAINI2019-09-23T12:06:25+00:00

 

Vincitore, giovanissimo, della medaglia d’oro nella categoria ‘senior’ al Concorso Internazionale di Varna nel 1996, ALEN BOTTAINI danza dal 1993 presso il Bayerisches Staatsballett di Monaco di Baviera dove debutta come primo ballerino nel 1995 nel ruolo di Colas nel balletto La fille mal gardée di Frederick Ashton e dove interpreta tutti i principali ruoli maschili del vasto repertorio classico, neoclassico e moderno della compagnia, distinguendosi per la tecnica smagliante, la forte personalità, l’eleganza del portamento e la spiccata sensibilità artistica.

Richiesto come artista ospite da molte compagnie internazionali, si esibisce, a fianco di stelle di prima grandezza come Diana Vishneva, Elena Pankova, Maria Eichwald e Lisa-Marée Cullum, nei più grandi teatri del mondo tra cui Mosca, San Pietroburgo, Firenze, Osaka, Parigi, Madrid, Brisbane (Australia), Santiago (Cile), Copenhagen, Lisbona, Praga, Montecarlo, Venezia.

Alen nizia a studiare danza all’età di dodici anni nella scuola della madre, Lorna Wilkinson, e subito si appassiona. Seguono gli studi all’Upper School del Royal Ballet di Londra (settembre 1989 – luglio 1990), all’Accademia di Montecarlo (nelle pause dagli altri corsi a più riprese tra il 1988 e il 1992) e all’Accademia Vaganova di San Pietroburgo (dove si diploma con il massimo dei voti nel maggio 1992) e poi ancora il corso di perfezionamento della National Ballet School of Canada di Toronto (dal settembre 1992 al luglio 1993): una formazione eterogenea e ai massimi livelli che gli permette di ’saggiare’ e far tesoro degli insegnamenti di diverse scuole. La permanenza nelle città sedi dei corsi – soprattutto quella a San Pietroburgo – gli permette inoltre di collezionare esperienze umane e di vita importanti per la sua crescita di uomo e di artista. Durante gli studi in Russia, Alen viene chiamato come guest artist a Osaka nel luglio 1991 – dove interpreta l’atto completo di Bayadera, il jolly nel Lago dei cigni, Albrecht nel secondo atto di Giselle e Carnevale a Venezia – e danza al Kirov in numerose occasioni interpretando, tra l’altro, Grand Pas Classique di George Balanchine, la parte del principe in Lo Schiaccianoci di Agrippina Vaganova, i passi a due dal Corsaro e dalla Bella Addormentata. Nel novembre del 1992, dopo una tournée con la scuola in Grecia e in Giappone, prende parte, sia al Kirov che al Bolshoi, ai gala organizzati in occasione dei festeggiamenti per gli ottanta anni di Natalja Dudinskaja danzando il passo a due del secondo atto del Corsaro. Nel settembre del 1993 entra a far parte del Bayerisches Staatsballett di Monaco di Baviera dove due anni dopo debutta come primo ballerino nel ruolo di Colas nel balletto La fille mal gardée di Frederick Ashton e in quello di Puck in Sogno di una notte di mezza estate di John Neumeier e dove viene formalmente promosso solista e primo ballerino.

Il 1996 è per Alen Bottaini un anno di grandi riconoscimenti e di grandi soddisfazioni. E’ medaglia d’oro nella categoria ‘senior’ – ed è la prima volta per un italiano – al concorso internazionale di Varna, il più prestigioso tra gli agoni coreutici, dove si aggiudica anche il primo premio assoluto e il premio della giuria per la migliore interpretazione. Nel settembre riceve anche il Premio Positano quale “nuovo astro nascente della danza nel mondo” e a dicembre conquista Parigi per il suo «charme », e «la haute virtuosité de la prestation» (René Sirvin, Brillant panachage, «Le Figaro», 9 décembre 1996), in occasione del gala organizzato al Théâtre des Champs-Élysées per la chiusura del VII concorso internazionale di danza di Parigi con l’interpretazione di due dei brani presentati a Varna, la variazione dal Don Chisciotte e l’assolo Les Bourgeois di Ben van Cauwenberg (musica di Jacques Brel). Sempre in dicembre è il principe Désiré al Carlo Felice di Genova nella coproduzione Genova-Varsavia della Bella Addormentata di Yuri Grigorovich accanto a Elena Pankova del Marijnsky di San Pietroburgo, acclamato dalla stampa come la «rivelazione», della stagione (Sergio Trombetta, Quante Belle addormentate!, «Panorama», 17 ottobre 1996). Lavoratore instancabile e artista completo, eccellente nella tecnica, ma anche interprete sensibile e di carisma, Alen Bottaini danza a Monaco di Baviera in tutti i ruoli maschili del vasto repertorio della compagnia che spazia dai classici alle opere contemporanee di coreografi quali Mats Ek, William Forsythe e Hans van Manen. Nel 1997 debutta al teatro dell’Opera come Armand nella Dama delle Camelie di John Neumeier, balletto che rimarrà per lui sempre il preferito, in cui la prestazione fisica estrema – sia per la difficoltà dell’esecuzione che per l‘impegno di forze – si fonde con l’interpretazione drammatica, profondamente coinvolgente ed emozionante. Nello stesso anno riceve anche un altro importante riconoscimento per la danza in Italia, il Premio Danza & Danza nella categoria “Giovani interpreti italiani”. L’anno successivo seguono i debutti nei ruoli di Mercuzio nel Romeo e Giulietta di John Cranko, di Solor nella Bayadera di Patrice Bart, del principe nello Schiaccianoci di John Neumeier, e ancora le interpretazioni di Albrecht nella Giselle di Peter Wright, Sigfried nel Lago dei Cigni di Ray Barra, Grosse fugue di Hans van Manen nel 1999, il principe in Cenerentola di John Neumeier, Basilio in Don Chisciotte di Ray Barra, Romeo in Romeo e Giulietta di Cranko nel 2000, Des Grieux e Lescaut in Manon di Sir Kenneth McMillan, A sort of di Mats Ek, Who cares? di Balanchine nel 2001, Petrucchio nella Bisbetica Domata di Cranko, Brahms/Schoenberg di George Balanchine, Abderakam in Raymonda di Ray Barra nel 2002, tutti ruoli più volte replicati anche negli anni successivi. Nel luglio del 1998 è artista ospite della compagnia del Maggio Musicale Fiorentino per l’interpretazione di Albrecht nella Giselle di Evgheni Polyakov, rappresentato al giardino di Boboli. La collaborazione col teatro toscano si rinnova nel 2000 e nel 2001 rispettivamente per Il lago dei cigni e ancora per Giselle entrambi nella versione coreografica di Polyakov e nell’estate a Boboli. A partire dal 2001 si intensificano molto le sue apparizioni come guest artist in teatri di tutto il mondo: in Australia con il Queensland Ballet (2001), al Lyric Theater di Brisbane (2001, 2002 e 2005) e a Sidney (per il gala organizzato per l’assegnazione dei Genee Awards nel 2002), a Santiago del Cile col Ballet Santiago come Romeo in Romeo e Giulietta (2002), in Russia al Bolshoi di Mosca in occasione del gala per la consegna dei Premi “Benois de la danse” 2002 e della serata dedicata a Boris Akimov 2006, in Giappone a Osaka 2003 e a Nagoya 2005, a Copenhagen in Danimarca in Manon al Royal Danish Theatre 2003, a Lisbona e Praga come Basilio in Don Chisciotte 2004 e, nel 2006, a Montecarlo (Théâtre du Casino), a Kiev in Ucraina e Teatro La Fenice di Venezia. Al suo fianco sempre partner eccellenti come Diana Vishneva (teatro Marijnsky di San Pietroburgo), Elena Pankova (teatro Marijnsky di San Pietroburgo), Maria Eichwald (Bayerisches Staatsballet) e Lisa-Maree Cullum (Bayerisches Staatsballett). Nel 2010/11 lavora come vice direttore e maitre de ballet con la compagnia Nazionale Greca collaborando con il coreografo Ray Barra nel suo balletto Snow Queen e con Vladimir Vassiliev nel Don Chisciotte nel quale ha anche ballato la parte principale. Nel 2012 è ospite del balletto Nationale Portoghese (Lisbona) interpretando il ruolo di Romeo in Romeo e Giullietta di John Cranko e Il principe Desire nel balletto della Bella addormentata. Nello stesso anno è ospite nel Gala “Angeli sulle punte” all’Arena di Verona. Nel 2013 danza con la compagnia di David Campos (Barcellona), interpretando il ruolo principale nella sua versione della Bella Addormentata e Giselle viaggiando per tutta l’Europa. Dal 2010 Alen si cimenta anche nel ruolo di docente accettando inviti per impartire Master classes, stage e workshop dando la possibilità alle giovani promesse di oggi di usufruire della sua vasta esperienza, conoscenza e passione. Dal Settembre 2014 ad agosto 2017 è stato docente presso la prestigiosa e rinomata scuola English National Ballet School di Londra. Attualmente è Direttore dell’accademia BMICA Ballet Academy di Monaco di Baviera.